Pagamento tributi
e altri servizi
On-Line

TARI - Obbligo di Dichiarazione


I soggetti passivi del Tributo devono dichiarare ogni circostanza rilevante per l’applicazione del Tributo e in particolare:
a) l’inizio, la variazione o la cessazione dell’utenza.
b) la sussistenza delle condizioni di esclusione dal tributo e/o delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni dello stesso.
c) il modificarsi o il venir meno delle condizioni di esclusione dal tributo e/o delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni.

Le utenze domestiche non sono tenute a dichiarare il numero dei componenti la famiglia anagrafica e la relativa variazione.

La dichiarazione deve essere presentata:
a) per le utenze domestiche: dall’intestatario della scheda di famiglia nel caso di residenti e nel caso di non residenti dall’occupante a qualsiasi titolo.
b) per le utenze non domestiche, dal soggetto legalmente responsabile dell’attività che in esse si svolge.
c) per gli edifici in multiproprietà e per i centri commerciali integrati, dal gestore dei servizi comuni.

Per coloro che sono sottoposti alla potestà genitoriale, a tutela, a curatela o comunque non abbiano la capacità di obbligarsi la dichiarazione va fatta dalla persona che li rappresenta a termini di legge.
Se i soggetti di cui ai commi precedenti non vi ottemperano, l’obbligo di dichiarazione deve essere adempiuto dagli eventuali altri occupanti, detentori o possessori, con vincolo di solidarietà. La dichiarazione presentata da uno dei coobbligati ha effetti anche per gli altri.

Le dichiarazioni già presentate ai fini delle previgenti forme di prelievo sui rifiuti conservano validità anche ai fini dell’entrata disciplinata dal presente regolamento, sempre che non siano intervenute modifiche rilevanti ai fini della determinazione di quanto dovuto e compatibilmente con le disposizioni normative vigenti.